Ricerca personalizzata
Non lasciatevi abbagliare da mode ed effetti speciali che non vi servono. Il telefonino è uno strumento che usate tutti i giorni e deve rispondere alle vostre esigenze pratiche. Ecco come fare a riconoscere un CELLULARE PRATICO.


8. Funzioni avanzate


Concludiamo la nostra analisi degli argomenti per scegliere un "cellulare pratico" con una breve disamina sulle funzioni "avanzate", quelle che, teoricamente, dovrebbero distinguere un cellulare da uno "smartphone", sebbene spesso il primo risulti più pratico del secondo.

Iniziamo dalle applicazioni, o "apps", come va di moda chiamarle. Alcuni modelli si autoproclamano "smartphone" per via di un sistema operativo che permette di installare programmi dedicati a tale sistema. Ma a cosa servono? E a voi, servono? E' facile trovarle e installarle? E' gratuito? Queste cose non ve le dice quasi nessuno...
La stragrande maggioranza di "apps", soprattutto per iPhone, ma anche per Android, Windows Mobile e Symbian, è costituita da insulsi programmini inutili che cercano di dare un senso all'accelerometro o al touch screen. Molte di queste non fanno altro che connettersi a internet e farvi usare un servizio online, quindi non sono nemmeno delle vere "applicazioni", ma dei semplici "client".
Per trovarle e installarle siete quasi costretti a collegarvi a internet con il cellulare stesso, operazione che ha un costo. A volte è possibile recuperare alcune applicazioni con il PC, per poi installarle sul telefono, ma diventa sempre più difficile perchè la tendenza dei produttori è quella di volere gli utenti sempre connessi ad internet con il telefono (chissà perchè...).
In alcuni casi, per installare alcune applicazioni, potreste essere costretti a procedure complicate e potenzialmente rischiose per effettuare l'"hacking" del sistema operativo. In altri casi, i programmi che installate possono trasmettere i vostri dati ai fornitori del servizio.
Insomma, il mondo delle "apps" per smartphone, non è proprio adatto a tutti e, soprattutto, non sembra poi così pratico.



Un normale cellulare dalle buone caratteristiche, per contro, permette di utilizzare programmi java, ovvero sviluppati per una piattaforma software universale pensata proprio per i telefonini. I programmi java possono essere trovati in gran quantità sul web (con il PC) e poi copiati sul cellulare. Su molti telefoni non c'è nemmeno bisogno di installarli, basta lanciare il file .jar, come se fosse un "eseguibile". Non necessitano di un hardware potente, nè di uno schermo "panoramico" e possono essere usati con la tastiera.
Si tratta generalmente di programmini semplici, ma tra essi è possibile trovare anche validi strumenti di produttività, e per l'utente comune, che cerca un "cellulare pratico", sono più che sufficienti.

Tra le funzioni avanzate che è possibile avere su di un cellulare c'è anche il GPS, utilizzato, solitamente, per la navigazione stradale. L'utilità di questa funzione è determinata dalle vostre esigenze: se avete già un navigatore GPS o se non vi interessa averlo, tale feature risulterà del tutto superflua. Tenete presente che il GPS ha una maggiore utilità sui dispositivi con un sistema operativo che permette di installare programmi per la navigazione stradale. Inoltre, non sempre tali programmi funzionano adeguatamente, e sono pure piuttosto costosi, quindi valutate con attenzione se nel vostro "cellulare pratico" avrete davvero la necessità del GPS.

Siamo giunti al termine della nostra "guida" alla scelta del CELLULARE PRATICO. Se avete letto tutti i 9 "passi" (o perlomeno quelli che vi interessavano) avete tutti gli elementi per effettuare la vostra ricerca senza lasciarvi influenzare da mode e consigli interessati. Se invece volete assolutamente un cellulare "trendy" per non sentirvi da meno dei vostri amici e conoscenti, avete sbagliato sito.

© 2011 CellularePratico.it

< torna all'indice
Tutti i contenuti appartengono a CellularePratico.it © - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione.
Cookie policy