Ricerca personalizzata
Non lasciatevi abbagliare da mode ed effetti speciali che non vi servono. Il telefonino è uno strumento che usate tutti i giorni e deve rispondere alle vostre esigenze pratiche. Ecco come fare a riconoscere un CELLULARE PRATICO.


Dual Sim: cosa è e come funziona


Se state cercando un cellulare su internet avrete notato decine di pubblicità di rivenditori che offrono modelli "dual sim". E' facile intuire dal nome che si tratta di telefoni in grado di ospitare due schede sim invece di una soltanto. Ma al di là di questo c'è molta disinformazione in giro su tale tecnologia. Cerchiamo, nel nostro piccolo, di fare un pò di chiarezza, proprio perchè questo sito è votato alla praticità.

E' bene sapere che esistono diversi tipi di cellulari "dual sim" con tecnologie differenti alle spalle. La distinzione fondamentale è data dal comportamento pratico del cellulare nella gestione delle due linee telefoniche.



Il primo tipo di "dual sim", ormai desueto, è quello definito "single standby", o anche "switch": questi cellulari possono sì ospitare due sim, ma ne mantengono attiva (e quindi raggiungibile) soltanto una. Per passare da una linea all'altra occorre seguire una procedura di "switch" che "spegne" una sim ed "accende" l'altra. L'unico vantaggio di questi cellulari, in pratica, è quello di non dover aprire il cellulare per sostituire la sim.

Il secondo tipo, il più diffuso, è quello denominato "dual standby": questi cellulari sono in grado di mantenere attive entrambe le sim contemporaneamente, almeno finchè sono in "standby". Dal momento che il circuito telefonico è però uno soltanto, quando siamo in conversazione telefonica su una delle due linee, l'altra linea risulterà occupata a chi dovesse chiamarci.

Infine, il terzo tipo, è denominato "dual active": questi cellulari sono dotati di due circuiti telefonici separati (in pratica sono due telefoni in uno) e consentono quindi di ricevere una chiamata sulla linea che non stiamo utilizzando anche mentre siamo in conversazione sull'altra linea.

Nella stragrande maggioranza dei casi i telefoni cellulari dual sim che ci vengono proposti dai rivenditori, sono di tipo "dual standby". Ad ogni modo, se vi accingete ad acquistarne uno, vi invito a verificare le specifiche tecniche del prodotto.

Esistono poi diverse tecnologie in grado di supportare lo stesso tipo di "dual sim". Spesso si legge in rete che la marca tal dei tali "ha l'esclusiva" per i telefoni dual sim in Italia: non è così. Non è possibile brevettare una funzionalità generica come quella di supportare due sim su un singolo telefono. Si può brevettare una specifica tecnologia che permette di ottenere tale risultato, il che non impedisce ad altri produttori di raggiungerlo con tecnologie diverse.
Questa leggenda è servita a molti per giustificare l'assenza di cellulari dual sim di marca in Europa quando erano invece già disponibili da anni sul mercato asiatico. La spiegazione è in realtà molto più semplice: le grandi marche hanno (finora) boicottato i dual sim in Europa perchè la clientela occidentale (più facoltosa) continuasse ad acquistare due cellulari invece di uno solo. Ma vista l'enorme domanda sviluppatasi anche le grandi marche hanno dovuto offrire dei modelli Dual Sim in Europa, per non lasciare ai prodotti asiatici (acquistabili online) una così importante fetta di mercato.

Al momento in cui scrivo, i principali produttori di telefoni dual sim sono ancora gli asiatici (Cina e India in primis, ma anche Corea e Giappone). Forti di una esperienza pluriennale in una tecnologia sfruttata anche da grandi marchi come Philips e Samsung, i laboratori cinesi continuano a sfornare centinaia di modelli nuovi ogni anno, di dubbia paternità, ma di grande successo (i cosiddetti "chinafonini"). Un successo che è tutt'ora in espansione grazie all'adozione, su molti di essi, del sistema operativo Google Android, che vanta milioni di estimatori in tutto il mondo.

Se trovate un cellulare dual sim in un negozio italiano, attualmente, appartiene a una delle seguenti categorie: un cellulare cinese a cui è stato apposto un marchio italiano o europeo, un cellulare giapponese o coreano di importazione, o un cellulare fabbricato da Nokia.
Presso i rivenditori online, invece, trovate centinaia di cellulari cinesi a cui sono spesso arbitrariamente assegnati i nomi più fantasiosi.

A fare la differenza, sul fronte della "praticità" è il sistema operativo adoperato. Tanto i "chinafonini" (anche quelli con marchio italiano) ove non specificato diversamente, quanto i cellulari di importazione (come i Samsung) e gli ultimi Nokia, adottano un software di tipo "proprietario". I "chinafonini" più all'avanguardia adottano invece il sistema operativo Google Android molto gettonato ma decisamente complesso e poco intuitivo. Questo sito non vuole "sponsorizzare" nessuna marca e modello e vi invito pertanto a fare le vostre valutazioni su tali sistemi (date prima una occhiata alla nostra pagina dedicata ai sistemi operativi).

© 2011 CellularePratico.it

< torna all'indice
Tutti i contenuti appartengono a CellularePratico.it © - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione.
Cookie policy