Ricerca personalizzata
Non lasciatevi abbagliare da mode ed effetti speciali che non vi servono. Il telefonino uno strumento che usate tutti i giorni e deve rispondere alle vostre esigenze pratiche. Ecco come fare a riconoscere un CELLULARE PRATICO.


Gli smartphone? Roba da adolescenti


Quando fu coniato, il termine "smartphone" si riferiva a quei prodotti che univano le funzionalità del telefono cellulare a quelle del computer palmare, o agendina elettronica, che si rivolgevano ad una utenza prettamente professionale. Lo scopo principale di questi dispositivi era quello di consentire la gestione di appuntamenti e impegni, la redazione di documenti, e l'archiviazione di dati (testuali o numerici). Oggi è tutto cambiato.

Se esaminiamo le caratteristiche peculiari di quelli che oggi vengono definiti "smartphone", troviamo cose come il touch screen capacitivo, uno schermo ampio e con milioni di colori, l'accelerometro, la connessione a internet, l'accesso diretto ai social network, la grafica 3D. Ma nessuna di queste cose può agevolare la gestione di impegni o la scrittura di testi. Tutt'altro. Vediamo allora per quale tipo di utilizzo è pensato ed ottimizzato un moderno "smartphone".



Il touch screen capacitivo obbliga (perchè non accetta input da pennini) l'utilizzo del polpastrello e permette di effettuare operazioni strusciando una o due dita sullo schermo. E' il cosiddetto "multi-touch", che si utilizza, ad esempio, per ingrandire o rimpicciolire una immagine. Questa funzionalità è largamente utilizzata dai giochi sviluppati per tali dispositivi, ma costringe a utilizzare entrambe le mani per scorrere pagine e menù, e spesso causa l'attivazione involontaria di una funzione indesiderata.
La scomodità di tale soluzione per un utilizzo pratico è evidente: per adoperare lo smartphone occorre infatti spostare le dita per tutta l'area dello schermo quando prima bastava muovere impercettibilmente il pollice sul solo pad direzionale per navigare nell'interfaccia.

Lo schermo ampio (fino a 4 pollici o più) è l'ideale per vedere film e video o per apprezzare i giochi dalla grafica tridimensionale ma implica necessariamente dimensioni e pesi tutt'altro che comodi da portare a spasso. La profondità di colore è una gioia per gli occhi, ma riduce sensibilmente la visibilità alla luce diurna.

L'accelerometro ed i sensori vari servono a impartire semplici input con la rotazione o lo scuotimento del dispositivo. Anche in questo caso si tratta di una funzione che trova applicazione solamente nel campo multimediale o ludico. A meno che non pensiate di spostarvi da una cella all'altra di una tabella di dati agitando il vostro smartphone.

La connessione ad internet (solitamente a pagamento) può sembrare una funzionalità utile per la produttività professionale, ma pensandoci bene non è così. Per quanto lo schermo sia ampio risulterà sempre troppo piccolo per visualizzare i moderni siti web, e l'assenza della tastiera non permette nè una agevole navigazione nè una rapida immissione di indirizzi url. Riuscire a "centrare" un link testuale, utilizzando l'intero polpastrello, su una pagina web miniaturizzata è impresa tutt'altro che facile.
Il vero scopo della connessione a internet sugli smartphone è principalmente quello di permettere il download di programmi aggiuntivi e l'utilizzo di servizi online (quasi tutti quelli presenti nei sistemi operativi "smart" come Android), unitamente al collegamento con i famosi social network, spesso grazie ad apposite applicazioni, ed alla visione di filmati in streaming (come quelli di youtube).

Riassumendo, dunque, i moderni smartphone servono soprattutto a giocare, a visionare film e video, ed a collegarsi a facebook. Appare allora evidente che l'utenza naturale di questi prodotti sia costituita da adolescenti, e non certo da professionisti attempati.
Se dovete regalare un cellulare ad una persona matura, non lasciatevi convincere dal commesso del negozio, nè lasciatevi abbagliare dai prezzi esorbitanti (che non sono sempre sinonimo di qualità), ma optate per un cellulare più pratico e sobrio.
Se i vostri amici e colleghi vi prendono in giro perchè non siete ancora passati ad un "full touch", lasciateli pure a sguazzare nella loro ignoranza, e tenetevi stretto il vostro bel cellulare tradizionale, comodo, leggero, affidabile e pratico.

© 2011 CellularePratico.it

< torna all'indice
Tutti i contenuti appartengono a CellularePratico.it © - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione.