Ricerca personalizzata
Non lasciatevi abbagliare da mode ed effetti speciali che non vi servono. Il telefonino è uno strumento che usate tutti i giorni e deve rispondere alle vostre esigenze pratiche. Ecco come fare a riconoscere un CELLULARE PRATICO.


Gli smartphone full touch inquinano!


Viviamo in una società ipocrita, che ci chiede di spegnere il led del televisore, per non contribuire al riscaldamento del pianeta, e poi lascia illuminati tutta la notte interi grattacieli per motivi pubblicitari.
Questa stessa società ora sta tentando (con successo) di convertirci tutti all'utilizzo degli smartphone full-touch, grotteschi aggeggi dagli schermi sempre più giganteschi e hardware sempre più potente e avido di energia elettrica (per tacere del costo esorbitante).



Gli utenti sono naturalmente portati a considerare "gratis" l'energia elettrica fornita dalle batterie dei cellulari, perchè quando si esaurisce, in fondo, "basta collegarli a una presa", come se l'elettricità casalinga non avesse un costo. Ma non è così, e chi paga personalmente le bollette, lo sa.
Ma, al di là dei costi monetari, c'è un altro "prezzo" da pagare dietro l'utilizzo di questi mostruosi smartphone, un prezzo molto più oneroso, che purtroppo paga l'intero pianeta: quello ambientale. Forse non tutti sanno che in molti paesi, tra cui l'Italia, la maggior parte dell'energia elettrica viene prodotta dalla combustione di carburanti fossili (carbone e petrolio), o comunque da fonti non propriamente "ecologiche". Ecco dunque che l'energia elettrica consumata ha un effetto diretto in termini di emissioni nocive (CO²) nell'atmosfera, quelle che riducono la qualità dell'aria e contribuiscono al riscaldamento globale.

Tornando ai nostri smartphone, con l'arrivo dei dispositivi full-touch prima, e di Android dopo, si è assistito ad una drastica riduzione della durata della carica della batteria, nonostante tali dispositivi siano dotati di batterie sempre più capienti. Se con un buon cellulare di ultima generazione si arriva tranquillamente a coprire una intera settimana di utilizzo con una sola carica di una batteria da 900 mAh, con gli smartphone full-touch si arriva a malapena a coprire due giorni con batterie da 2.000 mAh o anche di più. Questo vuol dire che se con un cellulare si consumano circa 3.800 mAh al mese, per uno smartphone sono necessari addirittura 30.000 mAh! Stiamo parlando di un consumo 8 volte superiore!

Non ci vuole una grande intelligenza per capire che questo equivale anche ad un inquinamento 8 volte superiore, così come ad un impatto ambientale, ancora, 8 volte superiore. Ma nessuno sembra preoccuparsene, e mentre la "pubblicità progresso" continua a farci "gli applausi" se spegniamo il led del televisore, dall'altro lato veniamo praticamente OBBLIGATI tutti a passare a questi diabolici aggeggi (sì, perchè di smartphone tradizionali, non se ne producono più).

Ma quello che fa più indignare è che tutto questo maggiore consumo, inquinamento ed impatto ambientale, non serve a salvare delle vite, o a diffondere cultura e informazione ma, nella stragrande maggioranza dei casi, soltanto a permettere a milioni di figli di papà di essere perennemente connessi a facebook! In definitiva, serve soltanto a farci sentire "accettati" in un branco di pecore alla moda...

Pertanto, se state pensando di passare ad uno smartphone full touch screen, soltanto perchè "ce l'hanno tutti e quindi deve essere la soluzione migliore", rifletteteci su: non abbiate paura di ragionare con la vostra testa e di distinguervi dalla massa. Anche il pianeta Terra ve ne sarà grato.

© 2013 CellularePratico.it

< torna all'indice
Tutti i contenuti appartengono a CellularePratico.it © - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione.
Cookie policy