app controllo parentale

Rispetto anche solo a una generazione fa, i genitori di oggi tendono a essere iperprotettivi e di gran lunga più apprensivi, rasentando quasi l’ossessività. Basti pensare che molti impediscono ai figli di andare al parco giochi con gli amici per timore che possano farsi male, non li lasciano a casa da soli neanche per pochi istanti e li accompagnano in auto anche a pochi metri di distanza.

Questa tendenza esagerata alla protezione, però, sembra svanire completamente nella dimensione digitale. Una volta regalato lo smartphone ai figli, la maggior parte dei genitori non si preoccupa minimamente di sapere quale uso ne facciano. 

Il 60% dei genitori non controlla l’uso della tecnologia dei figli, forse perché pensa che quello che accade online sia irreale e non abbia importanza. Ciò che succede in rete, invece, si ripercuote sempre nella vita reale, e le prime vittime dei tanti pericoli di internet sono proprio i minori, spesso lasciati completamente allo sbaraglio sul web.

I genitori non dovrebbero mai permettere che i figli navighino su internet senza supervisione. Tutelare la sicurezza dei minori in rete è imperativo, e rientra nei compiti educativi di ogni genitore moderno. È doveroso, pertanto, che vengano effettuati controlli più attenti e puntuali sull’uso che i giovani fanno della tecnologia e che le loro attività online vengano debitamente vigilate. 

Oltre a sfruttare le funzionalità preinstallate sugli smartphone, ricorrere all’uso di strumenti ad hoc, come spyware, app controllo parentale e programmi di monitoraggio a distanza, è la soluzione più efficace. Vediamo come funzionano.

protezione bambini internet

App per controllare i figli gratis e a pagamento: come funzionano?

Le app parental control sono risorse indispensabili per i genitori di oggi. Ogni genitore responsabile dovrebbe ricorrere a questo tipo di strumenti per svolgere il proprio dovere di controllo, vigilanza e tutela dei figli nella insidiosa dimensione digitale. Come accennato, il web cela minacce e pericoli di ogni genere, che si annidano letteralmente ovunque, persino nelle chat di videogame multiplayer insospettabili come Ruzzle e Clash of Clans, divenute l’ambiente prediletto in cui adescatori di minori, pedofili e cyber predatori vanno a caccia di giovani prede.

Le app per la protezione bambini sono strumenti utili e preziosi, che consentono ai genitori o chi ne fa le veci di monitorare da remoto cosa fanno i figli online e tenere sotto controllo le loro attività telefoniche e digitali senza dover accedere manualmente di volta in volta al loro telefono. 

Il monitoraggio avviene completamente da remoto, senza che i giovani se ne accorgano. I dati rilevati sul loro telefono vengono inviati al Pannello di Controllo dell’applicazione, da cui i genitori possono consultarli in ogni momento da PC o smartphone. Se sapessero che il loro cellulare è monitorato, ovviamente i ragazzi starebbero molto attenti a cosa scrivere e pubblicare e a cosa tenere nascosto. 

Le migliori app per controllare i figli gratis e a pagamento offrono una serie di funzionalità grazie alle quali i genitori possono effettuare un monitoraggio a tutto tondo dell’attività telefonica e online dei figli, e intervenire qualora notassero attività sospette o scorrette, come, ad esempio, insistenti attenzioni virtuali da parte di sconosciuti sui social, conversazioni sconvenienti sulle app di messaggistica istantanea, messaggi provocatori, ingiuriosi, minacciosi o sessualmente espliciti, accesso a contenuti inadatti ai minori, o scambi di immagini e video con espliciti riferimenti sessuali.

La maggior parte dei software di protezione bambini internet offre la possibilità di:

  • Leggere le chat sulle piattaforme di messaggistica istantanea.
  • Monitorare le attività sui social media.
  • Controllare foto, video e file inviati e ricevuti.
  • Accedere alla galleria fotografica.
  • Visionare messaggi di testo, email e MMS ricevuti, inviati e cancellati.
  • Rilevare in tempo reale la posizione GPS e seguire gli spostamenti del dispositivo.
  • Vedere le applicazioni installate.
  • Controllare la cronologia di navigazione.

In genere con una spy app è anche possibile monitorare le chiamate in entrata e in uscita, limitare l’uso quotidiano del telefono e verificare il tempo di utilizzo delle applicazioni installate sul dispositivo.

Alcuni software consentono persino di ascoltare le conversazioni telefoniche a distanza e attivare da remoto la fotocamera del cellulare in questione per verificare in ogni momento dove si trovano effettivamente i figli.

Parental control Chrome: come impostare il parental control su Chrome?

Prova a cercare “parental control Android gratis” o “controllo genitori Chrome” sui motori di ricerca e verrai reindirizzato verso strumenti integrati nei dispositivi Android che ti offrono la possibilità di applicare una serie di specifiche impostazioni e restrizioni all’uso del cellulare, al fine di salvaguardare la sicurezza dei tuoi figli in rete e favorire lo sviluppo di abitudini digitali quanto più sane e corrette possibile.

I dispositivi Android sono, infatti, dotati di specifici strumenti di controllo parentale e filtro bambini, che impediscono di accedere a determinate applicazioni e contenuti inadatti ai minori, e di effettuare acquisti online. Vediamo quindi come impostare il parental control su Chrome.

Impostare il blocco bambini Android all’interno del profilo riservato

Per attivare la modalità con restrizioni sui dispositivi Android occorre:

  1. Aprire una nuova scheda utilizzando il browser Chrome.
  2. Effettuare il login al profilo.
  3. Cliccare sull’immagine del profilo in alto a destra.
  4. Accedere a Impostazioni.
  5. Selezionare Utenti e account.
  6. Cliccare su Utenti.
  7. Fare clic su Aggiungi utente.
  8. Selezionare Profilo limitato tra le opzioni disponibili.
  9. Impostare un codice PIN di sicurezza.
  10. Specificare a quali app può accedere il nuovo profilo.

Per disattivare l’opzione è necessario ripetere la stessa procedura.

Come impostare specifiche restrizioni nell’uso di Google Play Store?

I genitori possono impostare restrizioni nell’uso di Google Play Store, per impedire che i figli installino e utilizzino applicazioni, giochi e programmi potenzialmente dannosi o inadatti alla loro età. La procedura è semplice e la illustriamo di seguito: 

  1. Accedi a Google Play direttamente dal telefono di tuo figlio.
  2. Fai tap sull’immagine del profilo in alto a destra.
  3. Fai tap su Impostazioni.
  4. Seleziona la voce Famiglia. 
  5. Fai tap su Controllo genitori Chrome.
  6. Sposta la levetta in modo da attivare l’opzione. 

Una volta attivato il parental control Chrome potrai impostare le restrizioni che ritieni più opportune relativamente all’uso di app, giochi e altri contenuti.

Come impostare controllo genitori Chrome?

Indichiamo di seguito il procedimento da seguire per attivare il parental control Chrome:

  1. Apri l’applicazione Family Link.
  2. Seleziona il profilo di tuo figlio.
  3. Clicca su Impostazioni.
  4. Selezionare Gestisci impostazioni.
  5. Clicca su Filtri di Google Chrome.

A questo punto puoi selezionare l’opzione più in linea con le tue esigenze. Puoi scegliere di impedire l’accesso a contenuti non idonei ai minori, come la pornografia, le video chat erotiche per adulti, il dark web e i videogiochi violenti con esplicite scene di omicidi e aggressioni. 

Puoi anche inserire manualmente i contenuti a cui preferisci che i tuoi figli non accedano nella sezione Gestisci siti. Questa funzione permette di impedire l’accesso a contenuti illegali e truffaldini, come ad esempio casinò virtuali, siti di scommesse sportive, slot machine digitali, pirateria cinematografica, poker online e piattaforme per lo streaming di contenuti multimediali contraffatti.

Così facendo, si allontana il rischio che i minori entrino in contatto con contenuti che potrebbero nuocere al loro sviluppo morale ed emotivo, oltre a comportare addebiti indesiderati ed esporre il device a malware e virus. 

Se blocchi un sito specifico, tuo figlio può comunque richiedere il permesso di visitarlo. In questo caso riceverai una notifica e potrai decidere se approvare o rifiutare la sua richiesta.

Integrare l’uso di parental control Chrome con una spy app 

Gli strumenti di controllo parentale messi gratuitamente a disposizione degli utenti sui dispositivi Android sono senz’altro utili, ma coprono solo una piccola parte di quelle che sono le attività digitali dei minori. Come avrai sicuramente notato, con le soluzioni di parental control integrate nei dispositivi Android non è possibile controllare le piattaforme di instant messaging e i social network, terreno di caccia prediletto per adescatori di minori, cyberbully, troll, malintenzionati e pedofili. Occorre, pertanto, integrare tali funzionalità con soluzioni specifiche per il monitoraggio da remoto, come mSpy.

Considerata la migliore app controllo parentale disponibile sul mercato, mSpy consente di eseguire un controllo di gran lunga più ampio, completo e approfondito delle attività telefoniche e digitali dei propri figli rispetto agli strumenti di protezione bambini messi a disposizione da Android. 

Nello specifico, mSpy offre funzionalità avanzate che permettono di:

  • Controllare cellulare figli a tutto tondo.
  • Vedere con chi chattano sulle app di messaggistica.
  • Controllare cosa fanno sui social network.
  • Vedere messaggi di testo, email e MMS inviati, ricevuti e cancellati.
  • Accedere al registro delle chiamate e bloccare le chiamate in entrata da determinati numeri di telefono.
  • Prendere visione di foto, video e contenuti multimediali inviati, condivisi, ricevuti e scaricati.
  • Controllare la cronologia di navigazione e le attività del browser.
  • Vedere quali app sono state scaricate sul dispositivo.

L’app mSpy permette anche di rilevare la posizione GPS del dispositivo, seguire in tempo reale gli spostamenti e persino impostare sulla mappa delle aree off-limits a cui gradiresti che i tuoi figli non accedessero, e ricevere una notifica via e-mail qualora la posizione del loro telefono venisse rilevata all’interno delle stesse. Insomma, con mSpy puoi tenere d’occhio i tuoi figli sia online che offline.

Per sfruttare appieno tutte le funzionalità di mSpy occorre eseguire il rooting dei dispositivi Android.

app per controllare i figli gratis

Protezione bambini internet: come attivare il servizio su iPhone e iPad

​​Anche i dispositivi Apple offrono specifiche soluzioni di parental control che consentono di impedire ai minori di accedere a contenuti inadatti alla loro età. Le illustriamo di seguito.

Come attivare le restrizioni per iPhone e iPad?

Su iPhone e iPad è possibile attivare una serie di restrizioni per tutelare la sicurezza dei minori in rete. Il procedimento è il seguente:

  1. Accedere alla schermata iniziale del dispositivo.
  2. Entrare nella sezione Impostazioni → Tempo di schermo → Restrizioni di contenuto e privacy.
  3. Spostare la levetta su “On”.
  4. Fare tap su Contenuti Web.
  5. Selezionare la voce “Impedisci l’accesso a siti web per adulti”.

Attivando questa opzione, verrà impedito ai tuoi figli di accedere a contenuti inadatti ai minori. Non puoi indicare siti specifici, però. Il sistema blocca automaticamente i contenuti predefiniti dal suo algoritmo. Se vuoi personalizzare la selezione di contenuti a cui bloccare l’accesso, leggi la sezione successiva.

Come bloccare un sito internet specifico su iPhone e iPad?

Sui dispositivi Apple è possibile impostare una serie di restrizioni che impediscono ai minori di accedere a determinati contenuti. Indichiamo di seguito come bloccare un sito internet su iPhone:

  1. Accedere a Impostazioni → Tempo schermo → Restrizioni di contenuto e privacy.
  2. Selezionare Restrizioni dei contenuti.
  3. Accedere a Contenuti web.
  4. Inserire l’URL dei siti a cui impedire l’accesso.

Così facendo, i genitori possono scongiurare il rischio che i figli minorenni entrino in contatto con contenuti potenzialmente dannosi per la loro sensibilità e il loro sviluppo, analogamente a quanto è possibile fare con i dispositivi Android.

Bloccare tutti i contenuti e consentire l’accesso solo a siti specifici 

L’utile funzione “Blocco internet bambini” consente di impedire completamente l’accesso a internet e selezionare singoli siti specifici che i minori possano visionare. Per attivare il servizio occorre: 

  1. Accedere a Impostazioni.
  2. Cliccare su Tempo schermo.
  3. Selezionare la voce Restrizioni di contenuto e privacy.
  4. Inserire l’URL dei siti a cui consentire l’accesso.

Così facendo, i tuoi figli potranno visitare solo siti e contenuti da te consentiti.

Utilizzare una specifica app controllo parentale

Ricorrere all’uso di un’apposita a spy app come mSpy – da non confondere con mSpyitaly, un servizio differente – permette di effettuare un monitoraggio molto più ampio e approfondito, che va ben oltre il divieto di accesso a determinati contenuti sul web. 

Come accennato, l’applicazione mSpy permette di controllare da remoto l’intera attività telefonica e di navigazione dei figli, tenere d’occhio i loro comportamenti a 360 gradi sia offline che online e intervenire tempestivamente qualora si notassero attività sospette.

Per usufruire di tutte le funzionalità avanzate di mSpy è necessario eseguire il jailbreak dei dispositivi iOS.

Qual è il miglior metodo protezione bambini internet

È indubbiamente ammirevole che tra le funzionalità preimpostate sulla maggior parte dei dispositivi Android e Apple ci siano strumenti che permettono ai genitori di impostare restrizioni all’uso del dispositivo per salvaguardare la sicurezza dei figli sul web. Tuttavia, affidarsi esclusivamente a questo tipo di strumenti permette di controllare solo una minuscola porzione di ciò che fanno i minori online. È pertanto necessario integrare tali strumenti con l’uso di appositi spyware e app di parental control, come mSpy, leader nel settore degli strumenti di family tracking, che consente di effettuare un monitoraggio a tutto tondo dell’attività telefonica e digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *