spiare messenger

Tra le innumerevoli applicazioni dedicate alla messaggistica istantanea, spesso ci dimentichiamo dell’esistenza di Facebook Messenger. Non perché non venga utilizza, il contrario: è talmente parte della nostra vita quotidiana da aver sostituito in molti casi gli SMS tradizionali.

Sviluppata e rilasciata 10 anni fa (come vola il tempo, vero?), ovvero il 9 agosto del 2011, Facebook Messenger è l’app che permette di utilizzare il sistema di messaggi del social network e ha visto una crescita continua che non è stata ostacolata da altri sistemi di messaggistica, grazie soprattutto alla facilità di contatto con gli altri utenti.

Nel 2017, infatti, si stimavano più di un miliardo di utenti sull’applicazione, per questo è normale che nel corso del tempo si sia sviluppato un certo interesse nei confronti delle comunicazioni contenute in questa app. Oggi l’app viene usata comunque su quasi qualsiasi dispositivo, tra cui Android, iOS e watchOS con la versione 308.x e include numerose funzioni, tra cui: inviare messaggi, partecipare in chiamate vocali e videochiamate e invio di immagini, video e sticker.

Tutto questo porta alla domanda fondamentale: come spiare Messenger e scoprire le conversazioni altrimenti destinate a rimanere nascoste?

È possibile spiare i messaggi di Facebook Messenger? 

Spiare le chat di Facebook da remoto è un sogno recondito di moltissime persone, spinte a cercare un modo per entrare in Messenger altrui da diverse cause: l’infedeltà, o la sua potenziale presenza, è sicuramente uno dei fattori principali (studi suggeriscono che il rischio di infedeltà aumenta sensibilmente con l’età delle persone coinvolte), ma anche la paura per i propri cari esposti a potenziali pericoli online o la sicurezza e l’efficienza sul luogo di lavoro e con i dispositivi aziendali.

Oggi la domanda non è quindi più come spiare Messenger da Android o iOS, ma come farlo senza essere beccati. Ogni sistema informatico, infatti, ha le sue falle e anche uno smartphone può subire una breccia nella sua sicurezza ed esporre i propri segreti a chi sa carpirli.

Infatti, oggi sul mercato esistono delle app spia per Messenger gratis e a pagamento, che permettono di esercitare un controllo pressoché completo sul dispositivo bersaglio.

Ma proprio per la presenza di numerose soluzioni per spiare il Messenger di un iPhone o un dispositivo Android, è necessario capire a quale dobbiamo affidarci, basandosi sulla sua sicurezza e sulle funzioni di cui gode l’applicazione stessa.

Scopriamo quelle più importanti insieme. 

Le funzioni più importanti per spiare la chat Facebook da remoto? 

Per capire il funzionamento di un’app spia in risposta alla domanda: “Come spiare Messenger di Facebook?”, devi capire che l’approccio che andremo ad affrontare dal classico metodo che tutti provano a utilizzare.

Infatti, grazie all’app spia, non dovrai chiederti come entrare in Messenger senza password, visto che non effettueremo alcun accesso. Oggi, per fortuna o purtroppo, con i sistemi della verifica in due fattori, è quasi impossibile accedere all’account di un bersaglio nei metodi tradizionali.

Quello che andremo a ottenere, piuttosto, è un controllo assoluto sul dispositivo, così che sia lo stesso telefono a salvare e mostrarci le comunicazioni avvenute di nascosto.

Ma d’altronde dato che esistono numerose app di questo tipo, è bene verificare che quella che andremo a scegliere sia dotata delle giuste funzioni, ovvero:

  • Possibilità di controllo dei messaggi scambiato sul Messenger di Facebook, anche in seguito, tramite un sistema di salvataggio della schermata.
  • Controllo dei messaggi cancellati, così da non rimanere all’oscuro di niente.
  • Verifica dei media scambiati tra un contatto e l’altro, che questi siano foto o video.
  • Possibilità di accedere ai contatti di Messenger per verificare con chi sono avvenuti gli ultimi scambi.
  • Accesso alla cronologia di chiamate e videochiamate effettuate tramite l’app del dispositivo.

Queste sono le funzioni principali, grazie alle quali non ti dovrai mai porre il problema di come accedere a Messenger senza password.

Ho bisogno del Jailbreak o del Rooting del dispositivo?

spia messenger gratis

Un piccolo avvertimento: dato che l’app spia per spiare i messaggi di Facebook Messenger è un’app fuori dal catalogo del Play Store (e similia) per ovvi motivi (altrimenti il bersaglio potrebbe vederla nell’elenco e mandare a monte il nostro processo di controllo), sarà necessario che il dispositivo bersaglio abbia subito il processo di Jailbreak o di Rooting (a seconda del sistema operativo).

Per fortuna questo processo è veramente facile da ottenere e non richiede più di pochi minuti, ma è un tempo che dovremo tenere in considerazione quando calcoliamo come approcciare la nostra attività di spionaggio.

Nel caso, esistono numerose guide online che ti possono aiutare in questo processo: dato che esiste un metodo per farsi prestare il cellulare (tipo simulando la necessità di fare una telefonata), un buon approccio potrebbe essere quello di effettuare il Jailbreak o il Rooting in una sessione e installare l’app spia solo in seguito, per non insospettire il bersaglio con un tempo di utilizzo più lungo del necessario. 

Come spiare i messaggi con mSpy?

Time needed: 15 minutes.

Come abbiamo detto in precedenza, per l’esempio concreto che ti vogliamo dare quest’oggi andremo a utilizzare mSpy. Questo tipo di applicazione spia è particolarmente consigliata per spiare i messaggi di Facebook Messenger per diversi motivi: la presenza di un abbonamento mensile garantisce la sua funzione nel tempo, le recensioni e testimonianze ne provano la sicurezza e ha al suo interno tutte le funzioni di cui abbiamo bisogno.
Vediamo quindi quali sono i passi necessario per utilizzare mSpy. 

  1. Compra mSpy

    Il primo passo è chiaramente procedere alla registrazione del tuo account e all’acquisto dell’app stessa. Parleremo maggiormente in seguito di come affrontare tutte le soluzioni gratuite che possono essere trovate online, in quanto esse presentano numerosi rischi.
    Dalla parte della registrazione dell’account è importante tenere a mente che chi condivide un indirizzo email con il proprio partner o di famiglia, è bene che proceda alla creazione di un account secondario per non destare sospetti.
    Invece, per quanto riguarda l’acquisto, poniti la domanda di quanto tempo pensi avrai bisogno dell’applicazione: se il tuo scopo è risolvere un dubbio momentaneo, un mese di abbonamento sarà più che sufficiente. Mentre se il controllo che vuoi esercitare (magari nei confronti di tuo figlio o su lavoro) deve essere duraturo, nell’abbonamento annuale troverai un grande risparmio.

  2. Installazione e configurazione 

    Questa è probabilmente la fase che preoccupa maggiormente gli utenti: infatti questo sarà l’unico momento in cui dovrai avere accesso fisicamente al dispositivo da controllare. Niente panico, però.
    Il processo di installazione, dopo aver scelto il sistema operativo del dispositivo da controllare, sarà pressoché immediato: anche per le persone con meno esperienza non ci vorranno più di 5 minuti, il che è un arco di tempo perfettamente plausibile per simulare una telefonata importante mentre il tuo telefono è scarico.
    Durante l’installazione avrai inoltre modo di selezionare alcune configurazioni, come la possibilità o meno di nascondere l’icona dell’applicazione e il tipo di controllo che andrai a esercitare.
    Il processo è facilmente comprensibile e guidato in ogni passo.

  3. Comincia a controllare il dispositivo

    Una volta completata l’installazione e la configurazione, la parte difficile sarà conclusa: a questo punto, infatti, non ti resta che sederti in tutta comodità e consultare il pannello di controllo di mSpy accessibile su qualsiasi browser (telefono, tablet, computer, ecc.).
    Anche in questo caso, il consiglio è chiaramente quello di fare attenzione qualora tu condivida il computer con altre persone: utilizzare un browser diverso o una modalità incognito che non lasci tracce di quello che stai facendo è il modo migliore per non destare sospetti.
    Infatti trovare nella cronologia l’accesso a un’app spia potrebbe non giocare particolarmente bene nei tuoi confronti. 

In conclusione: posso spiare Messenger gratis? 

Arriviamo quindi alla conclusione di questo articolo. Abbiamo un ultimo aspetto che è necessario affrontare: molte persone, viste le minime ma presenti difficoltà del procurarsi il dispositivo della vittima per l’installazione, cercando un metodo su come spiare Messenger avendo solo il numero di telefono. O ancora il desiderio di risparmiare denaro ci spinge a cercare delle soluzioni gratuite online.

Quando si parla di privacy e sicurezza, è bene essere sicuri di quello che stiamo facendo e non affidare i nostri dati più importanti a dei siti che promettono soluzioni miracolose senza volere niente in cambio o senza alcuna difficoltà.

Ricorda anche che un’app spia come mSpy, la quale è concepita come uno dei più avanzati keylogger in circolazione, ha un costo molto alto che deve essere affrontato durante la fase di sviluppo e per questo è illogico credere che qualcuno sia disposto a fornirti queste funzioni senza il benché minimo compenso.

Infine, ricordiamo l’importanza di utilizzare queste applicazioni con moderazione e solo nei casi in cui sia strettamente necessario: imparare il loro funzionamento, inoltre, ti permette di sapere con esattezza quali comportamenti evitare affinché nessuno possa spiarti a tua volta.

Il telefono non deve essere mai lasciato in giro, soprattutto in luoghi pubblici, poiché è necessaria solo una manciata di minuti per completare l’installazione di un’app spia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *